Albertofrata

A greeting to-2581

A greeting to the non-Italian friends

A greeting to the non-Italian friends

I open this category to friends who do not understand Italian
Here I will write the articles that talk about photography, do not translate all the articles but I also orient according to your requests or comments.
To begin, I greet you all with unique views of Lake Garda Italian.

nuvole-sul-lago-di-garda-2581__af

 

and I invite you to visit the my gallery where you can see my photos and leave comments they see fit without subscribing.
While the articles in the blog to post comments you must subscribe to the blog totally free and with the user name and pasword that you will receive via email, you will have to login.
Good light
Hello Alberto

 

Eclisse Parziale-2339

Eclisse Parziale di Sole 04-01-2011 – 6 gennaio 2011

Eclisse Parziale di Sole 04-01-2011 – 6 gennaio 2011

Ciao a tutti

Iniziamo il nuovo anno con una bella Eclisse , inserisco di seguto il mio miglior scatto .

 eclisse5-2339__

 

Dati di scatto
Canon eos 7D + Canon 70-300 is
T 1/8000 sec
f/45
Iso 100
Focale 300 MM

Non sapevo dell’evento ma ero in auto e in radio parlavano della cosa , casualmente avevo con me la macchina, mi sono fermato e ci ho provato stando attento a non bruciarmi gli occhi.
Ho messo a fuoco una porzione di cielo a lato e poi ho messo in MF, ho chiuso al massimo il diaframma e con un paio di occhiali da sole tenedo premuto il pulsante dell’anteprima ho provato a vedere attraverso l’obbiettivo e ho pensato che si poteva fare , ho impostato un tempo rapidissimo e ho provato alcuni scatti.
Potevo anche in PP sottoesporre ulteriolmente per avere un’imagine piu netta ma mi piaceva l’idea di far vedere le velature del cielo.
Grazie a tutti per il passaggio
Ciao Alberto

 

sequenza__albyphotos

Gara inaugurale circuito Ospy Team – 14 ottobre 2010

Gara inaugurale circuito Ospy Team – 14 ottobre 2010

Il 26/09/2010 su richiesta del mio amico Alessandro ho partecipato all’evento dell’inaugurazione del circuito OSPY-TEAM THE KING OFF-ROAD a Gussago (BS) per macchine off-road telecomandate a motore a scoppio.
Era l’occasione giusta per provare al meglio la Canon 7D la quale non si è smentita.
Ecco uno scatto

 race-car-8291__af__albyphotos

La fotocamera si è comportata veramente bene, il sistema dell’auto focus della 7D insieme alla super velocità degli scatti in sequenza (8 per secondo dichiarati) mi hanno veramente impressionato.

Nelle due ore passate li ho riempito una CF da 8 giga e qui nella categoria Sport della mia Gallery potete vedere un 150 scatti che possono far rendere meglio l’idea di quello che sto scrivendo.

Posto un altro scatto di una sequenza di un salto

sequenza__albyphotos

 

Qui a parte la bontà della 7D devo ringraziare gli strumenti di Photoshop che mi hanno permesso di mettre insieme 5 scatti in sequenza per creare questa panoramica con lo sviluppo del salto della macchina.

Forse collaborerò con i ragazzi che seguono il circuito, per fotografare le gare ufficiali , se cosi fosse aprirò una sezione dedicata a questo sport.

Un saluto

Buona Luce

Ciao Alberto

 

 

La mia città-0119

La mia città, Brescia – 25 marzo 2011

La mia città, Brescia – 25 marzo 2011

Ciao a tutti
mi scuso per la mancaza di nuovi articoli nel blog , purtroppo o per fortuna ultimamente sono stato impegnato parecchio nel mio lavoro , ma non ho smesso di scattare .

Vi comunico l’apertura nella mia gallery di un album dedicato alla mia città , Brescia , nel quale potete già trovare alcuni scatti fatti in momenti diversi e che nel tempo contineuro ad aggiornare con nuove foto.

Di seguito vi propongo quello che per ora ritengo uno dei migliori

 castello-di-brescia-al-tramonto-2-0119__

Ciao e Buona Luce

Alberto

 

Prima sciata della stagione all’Alpe di Siusi

Prima sciata della stagione all’Alpe di Siusi – 27 Dicembre 2010

Come ogni anno non potevamo mancare l’appuntamento dell’8 Dicembre per la prima sciata di stagione all’Alpe di Siusi.

Ovviamente non poteva mancare con me la mia Canon 7D la quale nonostante le condizioni meteo incerte e il freddo si è comportata egregiamente.

Lasciando stare l’aspetto sciistico vi propongo di seguito un interessante panorama in bianco e nero.

 alpe-di-siusi-bw-0880__

Vi rimando poi qui nella mia gallery per visionare altre foto dello stesso soggetto proposte in momenti e situazioni diverse.

Un saluto e buona luce

Ciao Alberto

 

Torrenti e cascate effetto seta dell’acqua

Torrenti e cascate effetto seta dell’acqua.

Ciao a tutti
Volevo scrivere un paio di righe su alcune foto che ho fatto quest’estate in Val di Rabbi sul percorso che porta alle Cascate di Saent.
E’ una delle escursioni che preferisco sia per la bellezza dei paesaggi sia per le molte possibilità fotografiche offerte.
Volevo porre l’attenzione su un paio di scatti nei quali ho sperimentato la tecnica della lunga esposizione per ottenere un effetto setato dell’acqua.
Infatti, il torrente che affianca a lungo il sentiero, prima di arrivare alle cascate, carico di acqua, si prestava bene per provare questa tecnica.

Ecco la foto:

torrente-val-di-rabbi-1757__af

 

Per ottenere uno scatto simile bisogna aumentare il tempo di esposizione senza sovraesporre l’immagine, l’unico modo di farlo è ridurre sensibilmente la quantità di luce presente.
La cosa migliore sarebbe quella di scegliere un orario o all’alba o al tramonto in cui la luce è naturalmente poca, ma come il solito, almeno nel mio caso, non mi trovo mai nel posto giusto con la luce giusta, e quindi seguendo la logica, ho cercato di ridurre la quantità di luce settando la macchina come di seguito descrivo.
Normalmente utilizzando un filtro neutro ND8, che pure io ho utilizzato, che va applicato frontalmente all’obiettivo si è già a buon punto ma nel mio caso anche se era nuvoloso, erano le 10.30 e la luce era veramente tanta.
Ho impostato la macchina a 100 ISO in AV, priorità di diaframma, a F/22, massima chiusura di diaframma per il Canon 24-105 IS, e s’incominciavano a vedere i primi scatti con l’effetto mosso dell’acqua.
Sempre seguendo la stessa logica ho voluto provare a montare anche un filtro polarizzatore circolare che in teoria dovrebbe rubare un ulteriore stop di luce e ottimizzare riducendoli alcuni riflessi dell’acqua.
Tutto quello sopra descritto mi ha dato la possibilità di avere un tempo di 0.6 secondi, sufficienti per ottenere l’effetto desiderato.
Quest’articolo non vuole essere una guida per come ottenere delle fotografie con questo effetto artistico, ma volevo dimostrare che seguendo la logica e analizzando le condizioni ambientali si possa ottenere un buon risultato anche quando in teoria non sarebbe possibile.
Giusto per completezza aggiungo un paio di altre cose che servono, è di obbligo un cavalletto, è consigliato scattare con un telecomando o con la funzione dello scatto ritardato e inoltre se la fotocamera lo prevede, è meglio attivare la funzione del sollevamento dello specchio.

Di seguito voglio postare anche la foto della meta dell’escursione, le Cascate di Saent.

 cascata-di-saent-2-1862__af

 

In questo caso però, nonostante avessi riprovato a replicare l’effetto dello scatto precedente, la foto che ho preferito è quella con dei parametri standard e senza filtri perché rendeva meglio l’idea della forza e l’impeto dell’acqua.
Nella My Gallery qui, comunque potete vedere anche gli altri scatti per capire di cosa sto parlando.
Da rilevare la difficoltà maggiore perché l’infrangersi della cascata sulle rocce nebulizzava l’acqua che bagnava l’attrezzatura e quindi il tempo per preparare lo scatto non era molto almeno che uno non intendesse lavare la macchina.
L’unico consiglio che mi sento di dare in questi casi è di avere con sé un panno in microfibra e finito lo scatto asciugare bene la macchina.
Grazie per l’attenzione
Ciao e buona luce Alberto

Work Shop Tre Cime di Lavaredo with Juza

Work Shop Tre Cime di Lavaredo with Juza – 16 ottobre 2010

L’undici Settembre 2010 ho partecipato al Work Shop fotografico alle Tre Cime di Lavaredo fatto da Juza.

Giornata fantastica, Juza molto bravo e preparato .

Vi propongo un paio di scatti con la storia della loro realizzazione.

laghetti-9383__af

 

Questo scatto è stato fatto con una Canon 5D e un obiettivo Canon 17-40 F/4.

Seguendo i consigli di Juza avevo impostato la fotocamera sul programma AV (priorità di diaframma) a F/8 e facendo alcuni scatti di prova e controllando poi il risultato avevo regolato la compensazione dell’esposizione fino a quando il grafico della luminosità visionato sullo schermo LCD non avesse sovra o sotto esposizione.

La particolarità pero di questo scatto è stata nell’uso di un filtro degradante della cokin, prestatomi da un ragazzo partecipante al work shop, che nello specifico mi ha aiutato a bilanciare meglio il cielo che era sempre un pelo sovraesposto.

Di solito non uso filtri perchè sono riproducibili in post produzione, ma è stato comunque interessante provarlo e non escludo che in un futuro possa comprarne un set.

Per quanto riguarda la composizione ho cercato di integrare al meglio molti elementi che spesso ricerco nei miei scatti e in questo caso se ne presentavano molti, come laghetti con riflesso , linee guida che partono dagli angoli, cielo con nuvole e triangolarità .

Posto il secondo scatto che ha la particolarità di essere fatto in notturna alle 22.00 circa.

tre-cime-lavaredo-notte2-9544__af

 

Mi trovavo proprio sotto le tre cime sulla forcella a un’altitudine di circa 2400 m la difficoltà maggiore è stata operare al buio e gestire la macchina completamente in manuale.
La messa a fuoco automatica con il buio non funzionava, quindi ho cercato di trovare il fuoco giusto in manuale, considerando che utilizzavo un grandangolo a 17 mm, ho impostato la ghiera in manuale su infinito e sono tornato leggermente in dietro fino a che facendo un paio di scatti e controllando sul monitor LCD non ho trovato il punto ottimale.
La cosa da tener presente in uno scatto del genere è che la Terra gira e se si fanno esposizioni troppo lunghe, le stelle non saranno puntiformi ma delle piccole linee.
Bisognava trovare quindi il tempo di scatto giusto per quello che nel mio caso era il soggetto e cioè la Via Lattea.
Ho impostato il diaframma alla massima apertura consentita dell’obiettivo (F/4) e gli ISO al massimo (1600 per la 5D) e un tempo di 30 secondi e ho scattato.
La foto risultante non era male ma non mi soddisfaceva allora non potendo aumentare gli ISO o usare un obiettivo più luminoso ho deciso di utilizzare la funzione BULB per aumentare il tempo oltre i 30 sec, anche se non avevo un telecomando.
Con una temperatura vicino a 2°C e la fotocamera gelata sul cavalletto ho tenuto premuto l’otturatore (fino a che non mi sono venuti i crampi alle dita) contando i secondi a mente per quelli che poi si sono rivelati 56 sec, per ottenere quello che poi è stato lo scatto migliore.
In post produzione non ho fatto particolari modifiche, una leggera correzione del bilanciamento del bianco, una schiarita delle luci, ho aumentato l’effetto della vignettatura per coprire degli aloni ai bordi d’inquinamento luminoso delle torce elettriche dei partecipanti al corso, ho applicato una maschera di contrasto e un filtro di riduzione del rumore digitale.

In conclusione posso dire che l’esperienza è stata veramente bella anche per il fatto di aver conosciuto altri ragazzi appassionati di fotografia con i quali mi sono potuto consigliare e confrontare.

Un particolare ringraziamento le devo fare a Juza che pazientemente ci ha seguito tutto il giorno e ci ha fatto passare una bellissima giornata

Se voleste  vedere gli altri scatti fatti in quella giornata li trovate nella My gallery Qui

Buona Luce
Ciao Alberto

 

1000 Miglia brescia-8881

1000 Miglia, Brescia 2011 – 15 maggio 2011

1000 Miglia, Brescia 2011 – 15 maggio 2011

Hello everyone
Like every year at Brescia took the race of vintage cars called 1000 Miles.
On Thursday, 12/05/2011 was the day the stamp, each car was assigned a race number, and in my opinion is the best day to see what the cars are parked in the squares and streets of the historic center of Brescia, and it is easy to admire.
It was a beautiful sunny day and I decided to make a leap in the city during my lunch break to do some shooting
Since noon the light was very hard, I decided to mount on my Canon 24-105 a polarized filter, considering that the subjects would have photographed many reflections.

 

 1000-miglia-2011-8881__ 1000-miglia-2011-8847__ 1000-miglia-2011-8866__

 

Some frontal photograph

 1000-miglia-2011-8891__ 1000-miglia-2011-8878__

It was very difficult to shoot with the Canon 24-105 on my Canon 7D, because an APS-C at 24 mm corresponds to about 38 mm Effective, and as there many people, there was no distance for photographing.
So I decided to mount the Canon 10-22, that being an ultra wide-angle lens allowed me to stay much closer to the subjects and in some cases up to extravagant shots.

 

 1000-miglia-2011-8978__ 1000-miglia-2011-8994__ 1000-miglia-2011-9014__

 

You can see all the photos taken here in my Gallery
Hello and Good Light
Alberto

Prime macro fotografie

Prime macro fotografie – 24 aprile 2011

Ciao a Tutti

Con l’arrivo della primavera quale migliore occasione per testare le potenzialità della Canon Eos 7D abbinata al Canon Macro 100 2.8 IS.

Di seguito vi propongo alcuni scatti che ho eseguito cercando anche di divertirmi e sfruttando la possibilità dello stabilizzatore per provare a fare degli scattti a mano libera.

Volevo precisare che comunqe la miglior tecnica per ottenere i migliori risultati è con l’uso del cavalletto sfruttando la luce naturale dell’alba o del tramonto, cosa che spesso per i miei impegni familiari e lavorativi non è sepre praticabile.

La prima serie ha avuto come soggetto una vespa , nello specifico ho voluto provare anche il Flash anulare Sigma in quanto la luce circostante non mi permetteva di avere dei tempi di scatto sufficentemente veloci.

 

vespa-6429___2 vespa-6433___1

Nei due scatti ho cercato di dare anche uun senso compositivo al nido sul quale la vespa si appoggiava.

Gli altri due scatti seguenti , invece hanno come soggetto un bruco.

 

bruco-6760__ bruco-6764___1

 

 

Quì a differenza di prima ho cercato di sfruttare la luce naturale di un pomeriggio di sole leggermente velato e ho anche cercato di avere uno sfondo più pulito.

Per potermi garantire una buona PCD (profondità di campo) ho utilizzato  un diaframma a F/11 e nonostante la buona quantità di luce ho dovuto alzare gli ISO a 800 per poter avere dei tempi di scatto in sicurezza piu veloci di 1/200 di secondo.

I risultati in entrambi i casi non mi sembrano malvagi considerando come già scritto che ho voluto scattare a mano libera.

Nella mia Gallery Qui potete vedere altri scatti e gli stessi a una risoluzione più alta.

Un saluto e buona luce
Alberto

Ancora alpe di Siusi -2590

Ancora alpe di Siusi – 13 gennaio 2011

Ancora alpe di Siusi – 13 gennaio 2011

Mi trovavo all’Alpe di Siusi e dopo tre giorni di brutto tempo , con condizioni veramente al limite anche per sciare nei quali comunque mi sono portato apresso la macchina fotografica sono stato premiato da un’improvvisa schiarita .

alpe-siusi-2590___1

Quello che vedete è infatti il panorama che si può aprezzare dall’arrivo della Seggiovia Paradiso a destra si intravede il costone di roccia del Sasso Lungo che ho scartato dall’inquadratura in quanto completamente avvolto dalle nubi.

Nella foto seguente invece potete ammirare il Sasso Piatto e a sinistra si intravede il Sasso Lungo ancora una volta  completamente avvolto dalle nuvole.

 

 alpe-di-siusi-0880__

La foto è stata fatta come l’altra che ho postato sopra dallo stesso punto ma in momenti della giornata diversi
Le condizioni di meteo molto variabili infatti creavano scenari in continua mutazione.

Quest’ultima invece è stata fatta dall’arrivo della seggiovia Punta Doro e quella che emerge dalle nuvole è Punta Santner.

 punta-santner-2611

 

Potete vedere qui nella mia Galery altre foto e le stesse a una risoluzione maggiore.
Ciao e Buona Luce
Alberto

Page 1 of 212